Coaching Avanzato M.O.V.E.S.™

Coaching Avanzato

Master in Coaching Excellence - 2° livello
CORSO DAL VIVO ONLINE (17 ore)

PROPEDEUTICITÀ: per frequentare questo corso è necessario aver completato prima il corso: Coaching Essenziale.

Calendario edizioni

ONLINE

Gio 27.05.2021: 20.30-23.00
Gio 03.06.2021: 20.30-23.00
Sab 05.06.2021: 9.00-12.30 e 15.30-18.00
Dom 06.06.2021: 9.00-12.30 e 15.30-18.00

Docenti: Alessio Roberti, Salvatore Garufi

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

L’investimento è di € 1.199,00 (€ 982,79 + IVA).

PROMOZIONI ATTIVE. Per conoscere la quota scontata che puoi ottenere, contattaci oggi.

PAGAMENTO RATEALE. Tutti i corsi di Unicomunicazione possono essere frequentati versando la quota in versamenti mensili.

CONTATTI:

PROGRAMMA DEL CORSO

  • IL MODELLO DI COACHING AVANZATO M.O.V.E.S™
    Il modello internazionale, sviluppato da Owen Fitzpatrick e Alessio Roberti, che combina i modelli di Coaching più testati con i modelli linguistici più efficaci.
  • I MODELLI LINGUISTICI PER LAVORARE SUGLI OSTACOLI
    Le tecniche più avanzate selezionate per lavorare sull’identificazione e rimozione degli ostacoli mentali, le convinzioni limitanti, per aiutare una persona o un Team a mettere in campo le azioni per raggiungere gli obiettivi.
  • QUATTRO TIPOLOGIE DI DOMANDE PER IL COACHING
    – CIRCOLARI
    Una tipologia di domande che aiuta il Coachee a cambiare prospettiva e ad acquisire un nuovo punto di vista, liberarsi più facilmente dai vecchi schemi di pensiero e creare nuove idee e soluzioni.
    – IN SCALA
    “Non puoi gestire ciò che non puoi misurare”. Le domande in scala servono proprio a questo, a rendere “misurabile” ciò che per sua natura è intangibile, e quindi difficilmente gestibile e modificabile.
    – IPOTETICHE
    Una tipologia di domande orientate al futuro che fornisce al Coachee la possibilità di pensare a una vasta gamma di possibili scenari.
    – PARADOSSALI
    Le domande che, contrariamente a quelle che si usano di solito, mirano a far analizzare al Coachee la situazione attuale, esagerandola e aggravando il problema. In questo modo il Coachee analizza uno scenario “contrario” rispetto a quello verso il quale portano gli obiettivi oggetto del Coaching, e quindi acquisisce una maggiore consapevolezza di tutto ciò che può accadere.